LECCHESI NEL PALLONE:
PIROLA A SEGNO DA BOMBER,
SCACCABAROZZI AI PLAYOFF

LECCO – Sta davvero bruciando le tappe il 21enne difensore di Casatenovo in forza alla Salernitana Lorenzo Pirola, a lui è infatti toccato l’onore di sbloccare la partita interna con il Sassuolo, vinta 3-0 grazie a uno spettacolare colpo di testa in tuffo stile bomber favorito in parte da un Consigli non esente da colpe. Si tratta del secondo centro in stagione dopo quello contro il Bologna.

Lorenzo ha saputo soffrire in silenzio da seconda ma anche terza scelta nella parte iniziale del campionato, poi la fiducia riposta in lui dal nuovo tecnico Paulo Sousa ha motivato e stimolato il ragazzo e i risultati si sono visti. Ora il pacchetto arretrato granata sa di poter contare su un calciatore importante e di cui fidarsi a occhi chiusi. Un nuovo pilastro “azzurrabile” per Mancini? Intanto sabato prossimo alle 15 la Salernitana sarà ospite nel derby regionale del Napoli, gara che potrebbe sancire la matematica conquista dello scudetto del “ciuccio” partenopeo, viste le diciassette lunghezze di margine a sette tappe dal traguardo sulla Lazio, seconda a quota 61, e attesa domenica all’ora di pranzo dall’ostica trasferta di Milano con l’Inter. Pirola nell’eventualità sarà spettatore della festa tricolore, nella speranza di poter diventare attore protagonista tra qualche stagione con la maglia nerazzurra, società proprietaria del suo cartellino.

Bene anche il galbiatese Manuel Locatelli. Nonostante la sconfitta casalinga della Juventus (0-1) con il Napoli, il centrocampista in campo 90’ ha giocato un match accorto sia in rottura che costruzione, qualche passaggio a vuoto ma nel complesso un gara da sette in pagella. Ora si attende solo il suo primo gol in campionato. Dando ora spazio alla stretta attualità è doveroso menzionare le semifinali di ritorno di coppa Italia, in calendario questa sera, giornata in cui la Cremonese sarà ospite della Fiorentina (in Lombardia fu 0-2 per la viola), tuttavia gli occhi di tutti sono focalizzati sul derby d’Italia del Meazza tra Inter e Juventus. A Torino finì 1-1, pronostico come sempre in bilico.

In serie C è terminata la fase regolare dei campionati e quindi sono arrivati i primi verdetti: B diretta per il Catanzaro del liernese Riccardo Gatti (90’ nella sconfitta 3-2 a Potenza), Reggiana e Feralpisalò. Retrocessione in D per l’Andria del bellanese Andrea Arrigoni in panchina nella sconfitta di Latina (2-1), playoff all’Entella del meratese Luca Barlocco e al Renate del galbiatese Marco Anghileri, entrambi al palo causa infortuni. Si qualifica alla coda promozione all’ultimo respiro anche la Juve Stabia del centrocampista di Olginate Jacopo Scaccabarozzi (protagonista sino al 35’ della ripresa nel 2-2 di Castellamare con il Cerignola), grazie alla classifica avulsa. Intanto il Catanzaro tornerà in campo sabato 29 aprile nella Super coppa di C insieme a Salò e Reggiana, i calabresi affronteranno tra le mura amiche alle 16.30 la Feralpisalò. Si tratta di un mini gironcino a tre (gara di solo andata), al termine del quale chi avrà totalizzato il maggior numero di punti si assicurerà la 23esima edizione del citato trofeo.

Tempo di responsi o quasi nel calcio di serie A femminile, nella pool salvezza importantissimo passo in avanti del Como, le lariane superando 2-1 a Seregno il Sassuolo danno continuità al loro percorso dopo l’1-3 maturato ai danni del Pomigliano in trasferta. Como che tornerà in campo il 7 maggio ancora in casa al cospetto della Sampdoria.
Classifica: Sassuolo 26, Como 21, Pomigliano 17, Sampdoria 15, Parma 14.

Alessandro Montanelli

 

Pubblicato in: Calcio, Città, Galbiate, Hinterland, Lago, News, Olginate, Sport Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati


GixSoft88 Rev. 022022 .