CONSIGLIO PROVINCIALE:
PAREGGIO DI BILANCIO,
CRISI VILLA MONASTERO,
NUOVI FONDI PER IL CFPA

LECCO – In apertura di seduta del consiglio provinciale il presidente Claudio Usuelli ha voluto fare alcune precisazioni in merito al deficit di bilancio di Villa Monastero: “Come tutte le strutture museali, Villa Monastero ha risentito della chiusura forzata imposta dal Covid. Un’oculata gestione ha permesso nel corso degli anni di avere sempre bilanci in attivo, mentre le compensazioni statali hanno coperto le minori entrate di questo periodo. L’arrivo di turisti dopo la riapertura lascia già ben sperare. Come Provincia non siamo rimasti inerti: sono state messe in campo una serie di iniziative e i prossimi mesi si preannunciano ricchi di eventi tra manifestazioni, cerimonie e visite. È appena stato celebrato il primo matrimonio dopo la riapertura e questo è un segnale di speranza”.

Al momento del Question time sono intervenuti i consiglieri Agnese Massaro (PD) e Stefano Simonetti della Lega.

Massaro ha risposto alla domanda posta il 18 maggio dalla consigliera Elena Zambetti sul Cfpa e inerente le rette a fronte della chiusura imposta dalla pandemia, la didattica a distanza, il mancato rinnovo contrattuale per gli insegnanti di materie pratiche.

“I genitori sono stati informati dello sconto sulla retta mediante una lettera che ha spiegato i criteri e ha mostrato i calcoli personalizzati. Tra le diverse soluzioni per la didattica a distanza, segnalo il progetto ‘io cucino a casa’ che ha permesso agli studenti di creare dei video tutorial come dei veri food blogger. Sono state realizzate complessivamente 325 videolezioni; i docenti di materie teoriche hanno svolto le lezioni a distanza in modalità sincrona. I docenti di materie pratiche a collaborazione occasionale hanno continuato a lavorare fino al completamento delle ore contrattualmente previste” questi alcuni dei punti illustrati dalla consigliera.

Simonetti ha fatto presente la questione del lago di Sartirana dove si è verificato un rimescolamento del fondo, probabilmente dovuto a cause naturali, che ha causato una moria di fauna ittica per 35 quintali.

Alla Provincia ha chiesto di dare sostegno dal punto di vista tecnico ed economico.

Il consigliere Giuseppe Scaccabarozzi ha quindi fatto il punto sulle variazioni di bilancio. “Per arrivare al pareggio di bilancio sono stati necessari maggiori introiti: contributi statali prima di tutto, ma anche risparmi (ad esempio sui consumi che non ci sono stati per via della chiusura delle scuole)”. Simonetti ha chiesto per quale motivo il risparmio sul piano neve non sia stato possibile anche negli anni precedenti. “Molto probabilmente dipende dalle contabilità fatte per gli appalti degli anni precedenti” ha chiarito Scaccabarozzi.

Massaro è infine intervenuta per fare alcune precisazioni riguardo il finanziamento da parte della Provincia di 121.000 € (di cui alla variazione di bilancio) a integrazione dei fondi per la ristrutturazione del CFPA di Casargo. “Questo pomeriggio si è riunito in videoconferenza il Collegio di Vigilanza dell’Accordo di Programma, presenti l’Assessore regionale all’Istruzione Melania Rizzoli, il presidente della Provincia, la sottoscritta, il presidente del Cda di Apaf Marco Galbiati e il sindaco di Casargo Antonio Pasquini. Sono state erogate nuove risorse per il complessivi di 1,7 mln”.

Silvia Polvere

Pubblicato in: lavoro, politica, Sanità, Turismo, Hinterland, Valsassina, Economia Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati