SCHEDA/CON LA ‘ZONA GIALLA’
CAMBIANO LE REGOLE:
COSA SI PUÒ FARE E COSA NO

MILANO – Con la nuova ordinanza del Ministero della Salute, da lunedì la Lombardia tornerà ad essere zona gialla. Ma cosa cambia nella pratica? Ecco una breve guida esplicativa:

Coprifuoco attivo dalle 22 alle 5 del mattino

Continuano ad essere vietati gli spostamenti dalle 22.

Zona gialla o rafforzata?

Non sono ammessi gli spostamenti tra Regioni, com’era stato stabilito lo scorso mese per la Zona Gialla Rafforzata.

Visite ad amici e parenti

Sarà permesso circolare dalle 5 alle 22, ma resta consentita la visita a parenti e amici una sola volta al giorno, in 2 persone al massimo più eventuali figli minori di 14 anni e persone disabili o non autosufficienti conviventi. Il rientro alla residenza, domicilio o abitazione resta sempre consentito.

Ristoranti? Sì, ma solo a pranzo

Le attività dei servizi di ristorazione saranno aperte dalle 5 alle 18, con consumazione al tavolo per massimo 4 persone, salvo conviventi. Resteranno attivi i servizi di consegna a domicilio e di asporto fino alle 18 per i bar senza cucina e fino alle 22 le altre attività. Resta valido il divieto di consumazione sul posto o nelle vicinanze.

Negozi e centri commerciali

Negozi aperti senza restrizioni nei giorni feriali. Nei giorni festivi e prefestivi resteranno chiuse le attività all’interno dei centri commerciali, mercati coperti e affini, tranne quelle deputate alla vendita di specifiche categorie merceologiche.

Attività culturali

Saranno riaperte mostre, musei e centri culturali ma solo dal lunedì al venerdì, con ingressi contingentati. Restano chiusi teatri, cinema e vietati i concerti.

Scuole

Torna la didattica in presenza per scuole medie, elementari e d’infanzia e anche per gli istituti superiori, per almeno il 50% degli studenti e delle studentesse.

RedLC

Pubblicato in: Cultura, Teatro, Sanità, Covid-19, Città, Hinterland, Valsassina, Lago Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .