CAVALCAVIA DI ANNONE,
4 RINVIATI A GIUDIZIO
IL PROSSIMO 11 SETTEMBRE

LECCO – Dopo un’attesa estenuante (durata dalle 10 di questa mattina in tribunale fino quasi alle 19 nell’aula appositamente attrezzata alla Camera di Commercio di via Tonale) il Giudice dell’Udienza Preliminare Paolo Salvatore ha rinviato a giudizio 4 persone nell’ambito della drammatica vicenda del crollo del ponte di Annone sulla 36.

La prima notizia è dunque che uno dei 5 imputati, l’ingegner Roberto Torresan di Busto Arsizio incaricato nel 2013 di progettare la manutenzione dell’infrastruttura, ha patteggiato un anno e due mesi (pena sospesa).

Gli altri 4 accusati saranno processati invece il prossimo 11 settembre per omicidio colposo, lesioni e disastro colposo. Si tratta di Angelo Valsecchi, dirigente area Viabilità e Infrastrutture, e Andrea Sesana, funzionario Servizio concessioni e reti stradali entrambi della Provincia di Lecco; per l’Anas Giovanni Salvatore, capo settore manutenzione e responsabile per la Statale 36; inoltre Silvia Gabelli, funzionaria Pianificazione territoriale e grandi infrastrutture della Provincia di Bergamo (l’ente aveva rilasciato l’autorizzazione al mezzo pesante sotto il cui peso il cavalcavia crollò).

A presidere il processo di settembre sarà il giudice Enrico Manzi.

RedCro

LEGGI ANCHE:

CROLLO DEL PONTE DI ANNONE: LA CAMERA DI COMMERCIO TRASFORMATA IN TRIBUNALE

Pubblicato in: Annone, Città, Nera Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati