CRES/I GENITORI PROMUOVONO
LE SETTE SETTIMANE ESTIVE

LECCO – Il 21 di agosto si è concluso il Cres, il Centro Ricreativo Estivo organizzato dal Comune di Lecco e rivolto ai bambini e ai ragazzi dai 6 ai 14 anni residenti in città. Avviato il 6 luglio scorso il Cres 2020 ha offerto attività e laboratori all’aria aperta, dando l’opportunità di ritrovarsi insieme in sicurezza e fornendo un supporto importante alle famiglie.

Il Cres 2020 a differenza degli anni passati ha coperto un lasso di tempo di sette settimane, più lungo, e ha dato la possibilità alle famiglie di iscriversi anche in un secondo momento. Il significativo gradimento delle famiglie è stato ottenuto grazie alla disponibilità e all’operosità degli uffici comunali unite alla professionalità e alla creatività messe in capo dagli operatori dell’impresa sociale Girasole.

Il Comune di Lecco, attraverso un questionario di gradimento con la possibilità di assegnare punteggi da 1 a 5, ha raccolto i dati relativi alla soddisfazione di genitori e figli per i servizi e le attività svolte durante il Cres: sui 176 ragazzi che hanno partecipato al Centro Ricreativo Estivo, 128 hanno compilato il questionario, 42 hanno peso parte al Cres presso la scuola primaria “G. Oberdan” e 86 al Cres presso la scuola secondaria di I grado “Don Ticozzi”. Sono stati invece 101 i genitori che hanno partecipato alla compilazione del questionario, 41 quelli dei quali hanno iscritto i loro figli al Cres della scuola primaria “G. Oberdan” e 60 quelli al Cres della scuola secondaria di I grado “Don Ticozzi”.

I dati restituiscono un gradimento generale dei partecipanti e delle loro famiglie, con una media globale ponderata di 4 punti e il 92 per cento di utenti soddisfatti, il 98 per cento dei genitori ha espresso un parere positivo e manifestato una particolare soddisfazione per le modalità di iscrizione, le attività proposte e la competenza del personale educativo, mentre ha apprezzato il Cres l’86 per cento dei ragazzi, in particolare le proposte di gite e l’opportunità di fare nuove amicizie.

 

Pubblicato in: Giovani, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati