IL POLI TORNA AL CAMPUS:
RIECCO LE LAUREE IN PRESENZA
DOPO IL LUNGO LOCKDOWN

LECCO – Dopo sette mesi di attività didattica erogata esclusivamente online, la scorsa settimana sono riprese le lezioni in aula e venerdì 25 settembre tornano anche le lauree in presenza. 50 studenti discuteranno la loro tesi di fronte alle commissioni chiamate ad assegnare loro il titolo di Ingegnere Civile e Ambientale e Ingegnere della Produzione Industriale.

“Con il ritorno degli studenti il campus ha ricominciato a vivere – afferma Manuela Grecchi, prorettore delegato del Polo territoriale di Lecco -. Finalmente potremo assistere alle discussioni delle tesi in presenza e festeggiare i nostri neolaureati. Dopo l’inizio delle lezioni questo è un altro tassello importante per l’anima del campus che torna al suo posto. Il tutto avverrà chiaramente in sicurezza, ci atterremo alle regole che ormai tutti conosciamo, dovremo limitare il numero di ingressi da parte dei familiari dei laureandi ma ci auguriamo e siamo fiduciosi che presto, in occasioni come queste, potremo tornare numerosi negli spazi del nostro bellissimo campus”.

In ingegneria civile e ambientale pronti a discutere la tesi: Marco Andreoli, Alessandro Antolini, Thomas Borghi, Nicola Codega, Stefano Currà, Ruggero Dozio, Gloria Faccenda, Lorenzo Ferlin, Valentina Inglese, Alberto Maggioni, Marianna Mainetti, Federico Paruta, Nicolò Rotta, Giovanni Scaramella, Simone Vaninetti.

Questi invece i laureandi in ingegneria della produzione industriale: Davide Anesetti, Simone Angelinetta, Giulia Baragiola, Marco Brenna, Christian Busnelli, Matteo Caloni, Giovanni Casile, Antonio Cerrone, Daniele Colombo, Francesco Colombo, Stefano Colombo, Samuele Combi, Elena De Servi, Federico Dolzadelli, Carlo Folcio, Lorenzo Fumagalli, Carlo Galluzzi, Gabriele Gambirasio, Francesca Longoni, Alessio Martelletti, Alessandra Milani, Mirko Mossini, Antonella Paladini, Matteo Pavesi, Lorenzo Piazzoni, Davide Ripamonti, Davide Riva, Roberto Rizzi, Luigi Rovelli, Marco Rusconi, Roberto Scaramella, Alessandro Maria Tognazzi, Gabriele Valsecchi, Matteo Viel, Francesco Vitali.

 

 

Pubblicato in: Cultura, Sanità, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati