PESTAGGIO DEL GELATAIO:
IL 21ENNE AI DOMICILIARI
CHIEDE DI TORNARE LIBERO

LECCO – Chiesta la libertà per E.V., il 21enne accusato di tentato omicidio insieme alla fidanzata A.P., entrambi responsabili del pestaggio ai danni di una famiglia di gelatai di Belledo.

La vittima, un 60enne che con moglie e figlia era uscito dal negozio per fermare degli atti di bullismo, ha subito la frattura delle ossa nasali, dello sterno e ha una costola incrinata, oltre ad aver ricevuto un tentativo di soffocamento e, dopo alcune visite specialistiche, è stata sciolta una prognosi di 40 giorni.

Il giovane, incastrato dalle testimonianze e dalle immagini delle telecamere di sorveglianza, si trova ai domiciliari e su questo l’avvocato ha fatto ricorso. Davanti al tribunale della libertà dunque il legale ha sostenuto la non necessità di tale misura cautelare e dunque che il cliente possa tornare libero. Saranno i giudici decideranno a giorni se accogliere il ricorso o confermare i domiciliari.

LEGGI ANCHE

BELLEDO/PESTAGGIO AI GELATAI “CON FEROCIA INSPIEGABILE”. I GIOVANISSIMI AI DOMICILIARI ACCUSATI DI TENTATO OMICIDIO

LECCO, TRE GIOVANI DENUNCIATI PER L’AGGRESSIONE AI GELATAI

 

 

Pubblicato in: Giovani, Città, Nera Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati