RENATE-LECCO 2-0: SPERANZE
BLUCELESTI ‘AFFOSSATE’
DA GIOVINCO E MAISTRELLO

MEDA (MB) – Cade per 2-0 il Lecco contro il Renate al “Città di Meda”. Giovinco e Maistrello firmano la vittoria delle pantere, che dal 40’ si sono trovati in inferiorità numerica dopo l’espulsione diretta a Damonte.

I blucelesti provano a fare la partita per tutto il primo tempo, ma vengono fulminati alla prima conclusione, un vero e proprio gioiello di Giovinco. La reazione dei blucelesti sembrava immediata, complice anche la superiorità numerica, ma a inizio della ripresa Maistrello raddoppia e il Renate si chiude definitivamente per blindare i tre punti.

Il canovaccio della partita è chiaro sin dall’inizio con un Lecco propositivo e voglioso di fare la partita e un Renate più attendista. I blucelesti, quest’oggi nell’inedita tenuta rossa dedicata agli operatori sanitari, comandano il pallino del gioco ma senza riuscire a concretizzare. Capogna spara alto e Gemello non deve sporcare i guanti. Al 27’ l’episodio che sblocca il match: il Lecco perde palla e Giovinco si gira all’improvviso trovando una grandissima rete. I padroni di casa sulle ali dell’entusiasmo provano a essere ancora pericolosi poco dopo, ma sulla spizzata di Silva non ci arriva nessuno. La squadra di D’Agostino insiste e al 40’ Mastroianni viene steso al limite dell’area. Per l’arbitro non ci sono dubbi: rosso a Damonte e Renate in dieci. La punizione non viene sfruttata da Purro che strozza troppo la conclusione e non impensierisce Gemello. Squadre al the dell’intervallo sull’1 a 0 per i nerazzurri.

Secondo tempo: pronti e via e il Renate trova il raddoppio immediato. Rada dalla distanza scarica un missile che si stampa sul palo interno, Bertinato salva su Giovinco mentre nulla può il portiere brasiliano sulla conclusione ravvicinata di Maistrello. La reazione del Lecco non tarda ad arrivare perché Capogna in semi-volée prova ad accorciare, ma il pallone finsice alto sopra la traversa. D’Agostino cambia assetto e con un triplice cambio inserisce nella mischia Mangni, D’Anna e Capoferri, ma il Lecco fatica a trovare gli spazi tra le maglie strettissime del Renate. Il match è bloccato e l’occasione più importante arriva su un errore in uscita dei padroni di casa. Nerazzurri che poi scalfiscono la traversa con Kabashi direttamente da punizione all’85’, che rappresenta l’ultima vera occasione del match perché il forcing bluceleste è sterile.

RENATE–LECCO 2-0
MARCATORI: Giovinco (R) al 27’; Maistrello (R) al 49’

RENATE (3-5-2): Gemello, Esposito, Ranieri, Maistrello (Sorrentino dall’88’), Anghileri, Giovinco (Possenti dal 55’), Galuppini (Kabashi dall’81’), Rada, Damonte, Guglielmotti (Merletti dall’88’, Silva. A disposizione: Bagheria, Marafini, Santovito, Fischetti, Lakti, Confalonieri, De Sena, Marano. Allenatore: Aimo Diana.

LECCO (3-4-1-2): Bertinato; Merli Sala (Capoferri dal 52’), Malgrati, Celjak; Nesta, Marotta, Galli, Purro (Moleri dal 69’); Giudici (D’Anna dal 52’); Mastroianni (Mangni dal 52’), Capogna. A disposizione: Pissardo, Gambazza, Lora, Marzorati, Haidara, Raggio, Bolzoni. Allenatore: Gaetano D’Agostino.

Arbitro: Sig. Marco D’Ascanio (Ancona)
Ammoniti: Gemello per il Renate; Giudici per il Lecco.
Espulsi: Damonte del Renate al 39’ per fallo da ultimo uomo.

 

IL POST PARTITA

CALCIO/IL LECCO NON VINCE PIÙ: LA PANCHINA NON È A RISCHIO, “SERVE UN ESAME DI COSCIENZA”

 

Pubblicato in: Città, Sport Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .