DPCM COVID/PRECISAZIONI:
ACCUDIMENTO BIMBI, DELEGHE
ANCHE A NONNI E ZII. SOLO SE…

LECCO – “Piovono” precisazioni in queste ore dopo l’emanazione del recente DPCM che ha imposto la cosiddetta zona rossa in tutta la Lombardia.

Pubblichiamo di seguito le ultime note in senso cronologico diffuse dalla Prefettura di Lecco, utili interpretazioni di un decreto che non cessa di far discutere.

ACCUDIMENTO BAMBINI – d.P.C.M. 3 novembre 2020
È possibile delegare a nonni/zii la cura dei bambini, se entrambi i genitori sono impossibilitati ad occuparsene per ragioni di forza maggiore.

È altresì possibile che nonni, zii accompagnino e/o prelevino i bambini da scuola purché abbiano una delega scritta del genitore affidatario ed autocertifichino l’esigenza.

GENITORI SEPARATI/DIVORZIATI 
Gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti anche da un Comune all’altro.

Tali spostamenti dovranno in ogni caso avvenire scegliendo il tragitto più breve e nel rispetto di tutte le prescrizioni di tipo sanitario, nonché secondo le modalità previste dal giudice con i provvedimenti di separazione o divorzio o, in assenza di tali provvedimenti, secondo quanto concordato tra i genitori.

VENDITA CON CONSEGNA A DOMICILIO 
I negozi e gli altri esercizi di commercio al dettaglio che vendono prodotti diversi da quelli alimentari o di prima necessità e che quindi sono temporaneamente chiusi al pubblico, POSSONO proseguire le vendite effettuando consegne a domicilio, nel rispetto dei requisiti igienico sanitari sia per il confezionamento che per il trasporto e la consegna, SENZA riapertura del locale.

LEGGI ANCHE:

Pubblicato in: Giovani, Sanità, Covid-19, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .