SANITÀ/RESPINTO IL RICORSO
DELLA “NOSTRA FAMIGLIA”.
ALTRO PUNTO PER LA FP- CGIL

MILANO – “La Corte di appello del Tribunale del lavoro di Milano ha confermato che alle lavoratrici e ai lavoratori de ‘La Nostra Famiglia’, associazione della sanità privata che si occupa delle persone con disabilità e che ha strutture specializzate nella neuropsichiatria infantile, strutture sanitarie e Ircss in diverse regioni su tutto il territorio nazionale, va applicato il contratto della sanità privata”. A farlo sapere è la Fp Cgil Nazionale specificando che è stato infatti “respinto il ricorso presentato dall’associazione Nostra famiglia, dopo la sentenza di primo grado del maggio dello scorso anno emessa dal Tribunale di Lecco, confermando ancora una volta il diritto all’applicazione alla lavoratrice ricorrente del contratto della sanità privata e la condanna, al contempo, a ‘La Nostra Famiglia’ dell’erogazione delle differenze dall’ottobre 2020 sino al saldo”.

“Esprimiamo una grande soddisfazione perché si tratta dell’ennesima conferma dell’infondatezza della pretesa datoriale di applicare il Ccnl Aris Rsa non sottoscritto dalla nostra organizzazione anziché il Ccnl Sanità privata”, commenta la Fp Cgil, riportando che: “La Nostra Famiglia aveva scelto, infatti, in maniera unilaterale di procedere a un cambio di contratto di lavoro per circa 1.600 lavoratrici e lavoratori, da quello della Sanità Privata verso il Ccnl Aris Rsa, che prevede trattamenti economici e normativi peggiorativi. Ancora una volta il Tribunale conferma il diritto delle lavoratrici e dei lavoratori a vedersi riconosciuto adeguatamente il proprio lavoro e la propria professionalità”.

“Un risultato possibile grazie alla mobilitazione dei dipendenti dell’associazione e alla volontà di contrastare la scelta intrapresa da ‘La Nostra Famiglia’. Come Fp Cgil saremo sempre al fianco delle lavoratrici e dei lavoratori contro chiunque pensi di poter risparmiare sulla pelle di chi ogni giorno con dedizione e professionalità si dedica alla cura delle cittadini e cittadine nel nostro Paese”, conclude.

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, lavoro, News, Sanità Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati


GixSoft88 Rev. 022022 .