SCATTI DI SARA MUNARI IN MOSTRA ALLA CASA SUL POZZO, EVENTO
IN SINERGIA CON IMMAGIMONDO

mostra munari coeLECCO – La Casa sul Pozzo ha ospitato l’inaugurazione della mostra “JOL | Fotografie di Sara Munari. Limpido fotoreportage sull’acqua in Bangladesh”. Si tratta della seconda tappa di “quattro movimenti d’acqua”, progetto promosso dal Centro Orientamento Educativo – COE, Fondazione PIME Onlus, Frasi Lunari e Les Cultures e cofinanziato da Lario Reti Holding SpA. Venerdì 10 luglio oltre ad osservare da vicino gli scatti di Sara Munari i presenti hanno potuto assistere alla proiezione di Wind of change di Julia Dahr (Kenia, Norvegia 2012).

In mostra anche la pubblicazione “quattro movimenti d’acqua” curata dal Liceo Manzoni di Lecco. “Quattro corsi principali, Gerenzone, Caldone, Bione e il grande Adda s’incontrano in un lago straordinario  fatto di pesca, di sport, di viaggi, di traversate, paurose profondità, di passeggiate e di riflessi di stelle – si legge -. Quattro storie di una città da raccontare: una Lecco industriale, fucina infaticabile, da dissetare; una Lecco crocevia, luogo d’incontro, a strizzare panni e sciacquare Marsiglia; una Lecco costretta, tra valli ed alture, città labirinto, città vincolo e una Lecco ricca di tesori nascosti, tra storia, arte e architetture insospettate. Quattro esperienze intrecciate, da esplorare con attenzione, per non perdere il filo d’acqua che collega fonti, lavatoi, pozzi, faglie sotterranee, impianti fognari, ponti, case sull’acqua, storie sull’acqua, vite sull’acqua”.

mostra munari coe“Dopo aver presentato il lavoro dei ragazzi del Liceo Manzoni siamo contenti di aver organizzato questa serata con il COE – sottolinea Silvia Tantardini, coordinatrice di Immagimondo -, le iniziative di Immagimondo che ci attendono sono molte a cominciare dalle camminate con i ragazzi del liceo che accompagneranno i partecipanti alla scoperta di fontane e lavatoi della città (il 19 e 20 settembre)”.

“Abbiamo voluto proiettare – spiega Prashanth Cattaneo del COE – il film documentario Wind of change presentato durante un’edizione del nostro Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina perchè crediamo rappresenti un buon contributo alla riflessione sull’acqua come bene comune e fonte di vita per tutti i popoli”.

Anche la curatrice della mostra ha salutato i presenti:”Ho cercato di raprpesentare il rapporto che le persone hanno con l’acqua – racconta Munari – in quei paesi il problema dell’inquinamento è davvero enorme”.

La mostra, composta da  25 fotografie corredata da 3 pannelli e un catalogo, sarà visitabile fino al 19 Luglio 2015 negli orari di apertura della Casa sul Pozzo.

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Dal mondo, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati