‘RIMBORSOPOLI’: BOSCAGLI
VERSO IL PATTEGGIAMENTO
NEL PROCESSO D’APPELLO

MILANO – In Appello del processo ‘Rimborsopoli’ chiesta la conferma delle condanne inflitte in primo grado a 39 ex consiglieri regionali e la possibilità di ricorrere al patteggiamento sotto i due anni con pena sospesa per undici politici.

L’inchiesta ha coinvolto su tutti Renzo Bossi e l’attuale capogruppo della Lega in Senato Massimiliano Romeo, ma anche Nicole Minetti e il valsassinese Stefano Galli. A vario titolo gli imputati si erano fatti rimborsare con soldi pubblici, tra il 2008 e il 2012, spese per gli acquisti più diversi e per esigenze personali.

Tra coloro che hanno concordato la pena per poi avanzare istanza di patteggiamento in Appello c’è anche il lecchese ex senatore regionale Giulio Boscagli. Udienza aggiornata al 6 aprile mentre le sentenze sono attese per l’8 giugno.

 

DALL’ARCHIVIO

LA CASSAZIONE CONFERMA: “GALLI RESTITUISCA 196MILA € DI SPESE PAZZE IN REGIONE”

RIMBORSOPOLI, CONDANNATI TUTTI I LECCHESI COINVOLTI.PENA PIÙ ALTA A STEFANO GALLI

“RIMBORSOPOLI”, LA REGIONE CHIEDE A GALLI 620MILA EURO DI DANNI. 27MILA A DE CAPITANI, 116MILA A GIULIO BOSCAGLI

 

Pubblicato in: politica, Cronaca, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .