GITA SULLE LUCIE LECCHESI
PER UN GRUPPO DI NON VEDENTI

lucie 1PESCATE – Una gita insolita alla scoperta del paesaggio lariano e della solidarietà. Sul porticciolo del Ristorante Le Torrette di Pescate, la mattina di sabato, si sono ritrovati una cinquantina di non vedenti, amici e simpatizzanti dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti della sezione di Lecco, per trascorrere una giornata in allegra compagnia, rivivendo le vecchie tradizioni lacustri.

Per tutto il giro su 5 Lucìe, tipica imbarcazione lariana, messe gentilmente a disposizione dal Gruppo manzoniano lucìe e dall’Associazione Barche in legno, i non vedenti sono stati accompagnati da studenti degli istituti superiori di Lecco. I ragazzi si sono impegnati a descrivere la natura delle leggende manzoniane.

Una Lucia in secca ha attirato alcuni non vedenti,che, toccandola, hanno potuto meglio comprendere la sua forma e le sue caratteristiche tecniche.

Questa giornata ha permesso, di rievocare ai ciechi in modo tangibile il passato lacustre lariano, ma anche di sensibilizzare adulti e ragazzi sulla disabilità visiva e soprattutto, si spera, modificare l’opinione pubblica sui ciechi, che non possono fare vita sociale. Infatti, se il codice braille ha loro permesso di istruirsi, le moderne tecnologie, adeguatamente adattate, consentono loro di interfacciarsi con il mondo. I falsi ciechi vanno smascherati con tutti i mezzi a disposizione, ma i veri vanno incoraggiati e non condannati se si impegnano a scuola, sul lavoro, nella vita sociale e vanno a divertirsi come tutti gli altri ed in mezzo agli altri, comportandosi con la massima normalità.

lucie 2Se Lucia Mondella ne I Promessi Sposi fuggì su un’imbarcazione da Pescarenico, per scappare dai suoi persecutori, i ciechi confidano che questa giornata possa contribuire anche solo come goccia nel lago, ad allontanare alcuni falsi e dannosi pregiudizi attualmente assai diffusi nella nostra società.

Durante il pranzo conviviale, a cui hanno partecipato i non vedenti, i loro amici, gli studenti-guide per un giorno e gli organizzatori, tutti hanno concordato, che si dovrebbe dare maggiore risalto turistico all’imbarcazione Lucia al termine dell’esperienza appena vissuta.

L’Uici ringrazia il Gruppo manzoniano lucìe e l’Associazione Barche in legno, in particolare i sempre disponibili Ettore Viganò e Nadir Pellegrini, che le hanno permesso con genuina spontaneità e solidarietà, di vivere questa giornata estiva all’insegna di un grande calore solare, ma soprattutto umano.

 

Pubblicato in: Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati