COMUNE DI LECCO/GIÀ RINVIATA
LA COMMISSIONE ANTIMAFIA

LECCO – Non parte nel migliore dei modi la neoistituita Commissione Antimafia del Comune di Lecco. Costituita in una paradossale seduta del consiglio comunale durante la quale si è attaccato l’operato dell’ex prefetto De Rosa, l’assemblea si sarebbe dovuta riunire ieri, giovedì 12 maggio, ma il presidente del Consiglio comunale Roberto Nigriello ha cancellato la convocazione senza dare ulteriori spiegazioni. I sette membri ci riproveranno il prossimo lunedì.

Nel frattempo, proprio negli scorsi giorni, è stato arrestato nell’hinterland un ingegnere 50enne con l’accusa di avere favorito la Camorra nei bandi Rfi, mentre il prefetto Pomponio ha firmato una interdittiva antimafia – la 27essima in provincia negli ultimi due anni – nei confronti di una carrozzeria di Lecco.

 

LEGGI ANCHE

CAMORRA, LA DDA DI CASERTA BUSSA A GALBIATE. DOMICILIARI PER UN EX MANAGER RFI

ANTIMAFIA, 1ª INTERDITTIVA DEL PREFETTO POMPONIO. COLPITA UNA CARROZZERIA

LECCO/PREFETTO ANTIMAFIA ATTACCATO DALLA POLITICA. “UNA SEDUTA PARADOSSALE”

“NON È MICA UNA TANGENTINA”. LA COMMISSIONE ANTIMAFIA PER SMENTIRE L’EX PREFETTO

 

 

 

Pubblicato in: Città, Cronaca, Hinterland, News, politica Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati

GixSoft88 Rev. 022022 .