DA TRUFFA A CIRCONVENZIONE,
MONZESE CONDANNATO
A 4 ANNI E MAXI RISARCIMENTO

LECCO – I fatti avvennero a Oggiono, inizialmente il processo a Raffaele L., 53enne di Monza, era per truffa ma poi il reato è stato riqualificato in circonvenzione di incapace e l’uomo si è preso una condanna pesante oltre a multa e maxi risarcimento per la parte offesa.

La pena è infatti di 4 anni di carcere oltre a duemila euro di sanzione. Fissato infine in 110mila euro il risarcimento dei danni.

L’accusa, portata avanti dalla Procura di Lecco e condotta in aula dal viceprocuratore onorario Mattia Mascaro, era di aver raggirato un’anziana residente ad Oggiono per estorcerle denaro. Un paziente lavoro durato anni per conquistarne la fiducia. Poi, a partire dal 2017, iniziano i prelievi dal conto corrente della donna, giungendo infine a convincerla a vendere la sua casa di Oggiono per trasferirsi in Liguria, persuadendola che il clima mite e l’aria di mare sarebbero stati di beneficio per la sua salute.

A incastrare l’imputato è stata, tra le altre, la testimonianza di un vicino di casa che in aula ha raccontato di aver notato, nel maggio 2018, l’annuncio di un’agenzia immobiliare fuori dalla porta del condominio.

 

RedGiu

,

LEGGI ANCHE:

TRUFFA A OGGIONO: 51ENNE FECE METTERE IN VENDITA LA CASA DELL’ANZIANA VITTIMA

Pubblicato in: News Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati

GixSoft88 Rev. 022022 .